venerdì 10 aprile 2015

Punto Parma: come si fa


I lavori eseguiti con questa tecnica erano comunemente legati ad oggetti d'arredo e eseguiti su tela di lino grossa e robusta, greggia o grigio-chiaro usando filati grossi di cotone ritorto avorio e impiegando punti adatti a dare un effetto a rilievo del lavoro.
Il punto Parma è costituito dal punto catenella lavorato in tre file parallele e dal punto festone. 

Si inizia ricamando tre righe accostate di punto catenella nella stessa direzione. L’inizio di ciascuna riga, come la fine, avverrà nello stesso punto.
Una volta terminate tutte le righe di punto catenelle si dovrà dare rilievo al lavoro eseguendo il punto festone, con la costa all'interno delle righe: in ogni punto catenella si eseguono tre punti festone senza prendere il tessuto sottostante.
Il ricamo di Parma viene poi completato utilizzando per le altre parti del disegno diversi punti come il punto catenella, a punto erba, punto lanciato e il punto a nodi.

Di seguite potete trovare alcuni dei tutorial disponibili in rete:

1 commento:

  1. e certo...perchè noi italiane abbiamo bisogno delle americane per farci insegnare le nostre tecniche autoctone peculiari ! Ma dove credete che prende le spiegazioni l'americana? dai nostri libri! fatevi furbe!

    RispondiElimina