mercoledì 20 novembre 2013

Ricamo Bandera


Il Bandera è un ricamo tradizionale piemontese risalente al XVII secolo i cui disegni si ispirano ai motivi ornamentali dell'arredamento barocco e rococò delle antiche dimore nobiliari. Le volute e i fregi delle tappezzerie e degli stucchi sono riportati sulla stoffa con stile e raffinatezza disegnando fiori (peonie, tulipani, rose, garofani) e frutti (limoni, arance, melograni, uva, ciliegie) che si alternano a figure antropomorfe o d'uccelli. Fanno da contorno nastri e cornici architettoniche che s'intrecciano, s'inseguono, dando al risultato finale una straordinaria leggerezza. Il nome del ricamo trae origine dalla tela usata come supporto. Il tessuto Bandera è nato a Chieri (TO) nel XV secolo, è di cotone operato con piccoli motivi regolari a rilievo: righe parallele o a nido d'ape, bianco o leggermente écru. Robusto ed economico, per secoli è stato utilizzato per le uniformi delle milizie e per la biancheria.
Si iniziò a ricamare il tessuto Bandera in occasione delle nozze di Carlo Emanuele II di Savoia con Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours, la seconda Madama Reale, avvenuto nel 1665, quando le famiglie nobili piemontesi, volendo rinnovare gli arredi delle loro dimore ma trovandosi nella necessità di contenere le spese, foderarono poltrone, sofà, letti e baldacchini con il tessuto decorato di ricami policromi.

Libri
  • "Quel Ricamo d'Armonia". Famija turineisa: Regione Piemonte, 1994. Donatella Taverna
  • "La pittura ad ago in Piemonte. Il "Bandera"" - Margherita Goglino. Ananke Editore, 2002. 
  • "Il mio Bandera" - Gisella Tamagno, Torino 2007 
  • "Dipinti murali e pittura ad ago. Dimore dipinte di San Maurizio Canavese: spunti d'ornato per il ricamo Bandera" - Camilla Torre. Alinea editrice, 2007. 
  • Il ricamo Bandera. L'arte della pittura ad ago - Associazione Amici del Ricamo Bandera di Chieri, 2009 
  • Come ti insegno il Ricamo Bandera CD/DVD
NOTA Testo redatto da Anna Ghigo dell’ Associazione Amici del Ricamo Bandera, precedentemente pubblicato su TuttoRicamo.com, di cui questo blog è la continuazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento